Lesen ist wundervoll.

Währinger Straße 122, 1180 Wien
+43 1 942 75 89
1180@hartliebs.at
Die aktuellen Öffnungszeiten finden Sie auf unserer Startseite

Porzellangasse 36, 1090 Wien
+43 1 31 511 45
1090@hartliebs.at
Die aktuellen Öffnungszeiten finden Sie auf unserer Startseite

L’antropologo Francesco Bachis in libreria, lunedì 28 ottobre, Porzellangasse

 

Sull’orlo del pregiudizio. Razzismo e islamofobia in una prospettiva antropologica“

Aipsa Edizioni 2018

«Io non sono razzista!» è una premessa a molti discorsi, più o meno pubblici, più o meno etnocentrici. Essa precede spesso un «ma» e colloca automaticamente il soggetto che parla fuori da un campo ritenuto non “presentabile”, “barbaro” e “incivile” almeno quanto i protagonisti delle frasi che la seguono: migranti, stranieri, musulmani o altri ancora. Dietro quel «ma» si celano i discorsi oggetto di questo libro.

Frutto di un percorso pluriennale di ricerca, Sull’orlo del pregiudizio esplora, a partire da una prospettiva antropologica, alcune pratiche discorsive (interventi parlamentari, vecchia e nuova comunicazione scritta, video) entro cui si producono forme di costruzione dell’alterità e delle appartenenze. Scavare all’interno dei discorsi, sviscerarne le premesse e le conseguenze, le condizioni storico-politiche e la performatività è il contributo che questo libro vuole dare affinché si eviti di cadere dall’orlo del pregiudizio.

Dall’Introduzione

Discorsi sull’orlo del pregiudizio

Devono sparire e basta (Silvino). Qui siete fuorilegge e ospiti non graditi (An­drea). Salite su un barcone e andatevene tutti in Africa (Sara). Premetto che io non sono razzista ma prima ci sono i nostri terremotati e le persone che non riescono ad arrivare a fine mese, non pagate le tasse, pretendete e bivaccate nei nostri giardini?? Fuori dai coglioni!!! (Diana). Devono essere ributtati tutti in mare… o essere rinchiusi in uno zoo (Max). Acchiappateli con una rete, ora che sono in tanti e non scappano… e poi buttarli a casa loro (Andrea). Bestie, dovete tornare nella stalla, in attesa della macellazione, cioè casa vostra (Marco). Ri­mandateli a casa… nelle loro capanne, ’sti parassiti, non evoluti!!! (Aura). Ma siamo in Africa??? (Serenella). Lancia fiamme; tutti dentro i forni; siete un bran­co di scimmie (Danilo). Dategli fuoco (Roberto). Aquale tribù appartengono? (Vittoria). Ci stanno mangiando vivi (Michele). Negli anni trenta tale squallore non sarebbe mai iniziato (Giancarlo)

Scheduled bei Hartliebs Eventi In libreria

[accordion][accordion-item title="Für diese Veranstaltung anmelden"]

    Ja, ich melde Person(en) zur Veranstaltung an.

    [knewssubscription knewssubscription-360 knews_cf7_field_email:your-email knews_cf7_field_1:your-name knews_cf7_de_2 knews_cf7_fr_3 knews_cf7_it_4 " Ja, ich stimme dem Erhalt des Hartliebs-E-Mail-Newsletters, gesendet an die obige E-Mail-Adresse zu. Ich kann diese Einwilligung jederzeit und auch bei jedem Erhalt des Newsletters, widerrufen."] Details in unserer Datenschutzerklärung

    Ja, ich möchte eine Kopie dieser Anmeldung an die obige E-Mail-Adresse erhalten.

    [dynamichidden chapter "CF7_get_post_var key='title'"]

    [/accordion-item][/accordion]

    Schreibe einen Kommentar

    Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.