Lesen ist wundervoll.

Währinger Straße 122, 1180 Wien
+43 1 942 75 89
1180@hartliebs.at
Die aktuellen Öffnungszeiten finden Sie auf unserer Startseite

Porzellangasse 36, 1090 Wien
+43 1 31 511 45
1090@hartliebs.at
Die aktuellen Öffnungszeiten finden Sie auf unserer Startseite

E se vi consigliassi dei libri? #4

Lewis Carroll „Alice nel paese delle meraviglie“ Feltrinelli
Traduzione dall‘inglese di Luigi Lunari (Edizione con testo inglese a fronte)
Questo è uno dei pochissimi libri che mi accompagnano da una vita. Letto e riletto, rimane nei pensieri, ogni tanto mi torna in mente una delle tante situazioni surreali vissute da Alice o uno dei personaggi strampalati che incontra. Alice che si addormenta e cade in un paese sconosciuto. Per godere delle sue avventure è necessario affidarsi completamente al racconto, credere al coniglio sempre in ritardo, ascoltare il saggio Re di Cuori, non stupirsi se il Gatto del Cheshire appare e scompare, talvolta lasciando per ultimo il suo ghigno. È un libro pieno di domande e di non-risposte.
„Micino del Cheshire, potrebbe dirmi, per piacere, da che parte devo andare per andar via di qui?“
„ Questo dipende in buona misura da dove vuoi andare“
“Non m‘importa tanto il dove…“ disse Alice
„Allora non importa neanche da che parte vai“ disse il gatto.
Gabriella Greison „Ucciderò il gatto di Schrödinger“ Mondadori 2020
Per me il libro più atteso del 2020. Gabriella Greison, la scienziata che racconta la storia della fisica quantistica portandola anche in teatro, ha trasformato in romanzo la vita di Erwin Schrödinger, lo scienziato austriaco che ha contribuito allo sviluppo della meccanica quantistica con la sua equazione del 1926 e reso famoso dal paradosso del gatto nella scatola, contemporaneamente vivo e morto. Praticamente l‘esperimento mentale più citato e meno compreso in assoluto. Protagonista del romanzo è la ventottenne Alice, che fa letteralmente un viaggio nel paese delle meraviglie quantistiche ed è perseguitata da un gatto che appare e scompare. Questo libro è un portento! La vita di Schrödinger, i suoi pensieri sulla vita e sulla religione, la spiegazione del suo contributo alla meccanica quantistica, il famoso gatto e Vienna. Ma soprattutto un sorprendente sguardo sul futuro che ci porterà la Seconda rivoluzione quantistica.
Wolfram Eilenberger „Il tempo degli stregoni. 1919-1929 Le vite straordinarie di quattro filosofi e l‘ultima rivoluzione del pensiero.“ Feltrinelli 2018
Traduzione dal tedesco di Flavio Cuniberto.
Come l’indeterminazione della meccanica quantistica rivoluzionò la scienza nel primo Novecento, i quattro filosofi raccontati qui da Wolfram Eilenberger rivoluzionarono in un decennio le basi del pensiero. La sicurezza e la carriera di Ernst Cassirer ad Amburgo, la grande capacità di scrittore di Walter Benjamin, sempre sul punto di prendere una decisione ma mai in grado di iniziare una carriera accademica, il „salto“ e l’abisso di Martin Heidegger e la figura immensa di Ludwig Wittgenstein che, ammetto, mi ha affascinato più di tutto il racconto riportato in questo libro. Wittgenstein, che visse sempre in preda ad una tempesta, separato dal mondo come da una finestra, compì in quegli anni dei passi importantissimi: rinunciò al patrimonio di famiglia e si ritirò a fare il maestro elementare ad Alpbach, tentando di chiudere tutte le porte all’attività di filosofo. Abbandonò l’insegnamento per progettare la Haus Wittgenstein a Vienna per la sorella Gretl, ma soprattutto pubblicò il Tractatus logico-philosophicus, un libricino smilzo e grandissimo, una serie di enunciati da leggere come per salire su una scala e, arrivati alla fine, gettare la scala sulla quale si è saliti. Un decennio che ha gettato le basi della filosofia del linguaggio.

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.